• Paolo Isetti

WhatsApp e la chat solitaria: come funziona e come abilitarla?

WhatsApp permette la chat solitaria, una funzione nascosta decisamente inaspettata e particolare. Il nome stesso suggerisce in modo chiaro cosa ci si deve aspettare: vediamo come funziona


Negli ultimi tempi WhatsApp si è evoluto con grande consistenza e ha introdotto progressivamente nuove funzionalità molto utili.


Ad oggi WhatsApp rappresenta l’app di messaggistica per eccellenza, essendo stata in grado di surclassare i concorrenti grazie ad un bacino di utenza sempre più ampio e più fedele. Ma gli utenti, non paghi delle funzioni proposte dagli sviluppatori, sono riusciti tramite un trucco semplicissimo ad attivare un supporto molto utile nella propria quotidianità. Stiamo parlando della chat solitaria: ecco di cosa si tratta e come funziona.


WhatsApp e chat solitaria: come abilitarla

La chat solitaria di WhatsApp in realtà non è una funzione “nuova”, introdotta dagli sviluppatori come feature da sfruttare in modo diretto. Si tratta piuttosto di un trucco nascosto attivabile con un metodo molto semplice.

Per poter attivare la chat solitaria, infatti, è sufficiente creare un gruppo inserendo un altro utente tra i propri contatti, e poi rimuoverlo, tenendo così una chat a tutti gli effetti “con sé stessi”. Sarà vista dall’applicazione come un gruppo in cui è possibile inviare messaggi, ma di fatto il gruppo è composto solo dalla persona che l’ha creato e i messaggi vengono inviati “a vuoto”, restando però salvati nella conversazione.

WhatsApp con la chat solitaria diventa uno strumento in realtà molto utile, decisamente da non sottovalutare. Tramite questa funzione, infatti, si potranno prendere note in grande rapidità, salvarsi contatti, numeri di telefono, indirizzi e-mail in un batter d’occhio, ma anche suggerimenti da parte dei propri amici, e tutti quei casi in cui è necessario scrivere un appunto al volo.


Il beneficio più grande ovviamente risiede nel fatto che WhatsApp è forse l’applicazione che più visitiamo nel corso della nostra giornata. In questo modo non c’è bisogno di recarsi nell’applicazione Note, e in più tutti i messaggi si possono salvare in modo automatico sul backup dell’app.

E’ scontato che tutti i dati da voi trascritti in questa chat potranno godere della stessa sicurezza garantita alle conversazioni sull’app di messaggistica. WhatsApp, possiede una crittografia end-to-end per i propri messaggi, sia verso i privati sia verso i gruppi. Tramite questa crittografia, nello specifico, nessuno al di fuori di WhatsApp e nemmeno WhatsApp stessa potrà leggere i messaggi inviati dall’utente.


Nella vostra chat solitaria, quindi, potrete inviare fotografie, link esterni, numeri o dati importanti senza alcuna preoccupazione. Si tratta a tutti gli effetti di un modo innovativo di sfruttare l’app, che diventa in questo modo una sorta di “clone” delle app raccoglitori di password reperibili negli store digitali. Di WhatsApp, però, ci si può fidare e potrete sentirvi in una botte di ferro nell’utilizzo di questa funzione nascosta.