• Paolo Isetti

Dopo Instagram, Facebook e WhatsApp, in arrivo le Stories su LinkedIn

Anche il social professionale punta così ad aumentare il tempo media di permanenza degli utenti sulla piattaforma.

Anche LinkedIn è pronto a lanciare le sue Stories. Ad annunciarlo è Pete Davies, Senior Director Of Product Management LinkedIn in un blog post di Pulse.

Abbiamo imparato molto sulle incredibili possibilità offerte delle Stories in un contesto professionale. Per esempio, la sequenza del formato Stories è straordinariamente efficace nell’ottica di condividere momenti chiave degli eventi di lavoro, lo stile narrativo full-screen rende facile condividere consigli e trucchi per lavorare in maniera più proficua


Dopo una fase di test, già dai prossimi mesi, il social network professionale renderà disponibili le sue Stories in versione beta.

Era “Student Voices”, una piattaforma creata per gli studenti universitari americani che dava ai ragazzi la possibilità di postare brevi video all’interno di una “campus playlist”, visibile in cima al feed dei contenuti solo per una settimana.

L’obiettivo di questa mossa Secondo Davies, i test sulle Stories sarebbero stati avviati in risposta all’impennata del tasso di engagement registrato nell’ultimo anno (+25%).Le Stories sono un ulteriore strumento per tenere gli utenti il più a lungo possibile sulla piattaforma, dando loro nuovi spunti per creare e condividere contenuti personalizzati.Ancora non è chiaro se ci sarà la possibilità di inserire annunci pubblicitari in questo formato. Allo stato attuale, la versione beta della funzione sarà disponibile solo per i profili personali e non per le pagine aziendali.

Con questo aggiornamento, LinkedIn raggiunge tutti gli altri social network che nel corso del tempo hanno fatto crescere l’engagement dei loro feed attraverso video “effimeri”: Snapchat, Instagram, Facebook, WhatsApp.

Atteso in futuro anche il debutto di Twitter, che ha recentemente acquisito una società specializzata nella creazione di layout per Stories.